Active-Italia: Effetti antiossidanti di una frazione polifenolica totale di olio d'oliva da una varietà greca di Olea europaea in diverse colture cellulari

Effetti antiossidanti di una frazione polifenolica totale di olio d'oliva da una varietà greca di Olea europaea in diverse colture cellulari

Cat: , , , , , , , ,
Sono stati condotti numerosi studi sugli effetti benefici sulla salute, in particolare gli effetti antiossidanti, dei singoli composti biofenolici dell'olio di oliva (OO), ma nessuno fino ad ora per la sua frazione fenolica totale (TPF). Numerose prove, nella ricerca su nutrizione e salubrità, indicano che è la complessa miscela di polifenoli nutrizionali, più di ogni composto separato, che può agire sinergicamente verso un risultato salutare.

Lo scopo del presente studio era di esaminare le proprietà antiossidanti di una frazione polifenolica totale di olio extra vergine di oliva (EVOO), da una varietà endemica greca di Olea europaea in linee cellulari.

EVOO da una varietà endemica greca è stato utilizzato per l'estrazione di una frazione polifenolica totale, utilizzando un metodo a base di CPE verde. Lo stato redox [in termini di ROS, GSH, TBARS, carbonili proteici] è stato valutato a livello cellulare, in particolare nelle cellule endoteliali EA.hy926, HeLa, HepG2 e nei mioblasti C2C12. Inoltre, i livelli della subunità catalitica glutammato-cisteina ligasi (γ-GCLc) del GSH, uno dei più importanti enzimi antiossidanti, sono stati valutati mediante western blot.

Risultati

Secondo i risultati, il TPF migliora il profilo redox di tutte le linee cellulari, principalmente aumentando il GSH e la sua subunità catalitica, mentre a basse concentrazioni di TPF non citotossiche si registra una diminuzione dei TBARS e dei carbonili. Per quanto riguarda i livelli di ROS è stata osservata una riduzione solo nella linea cellulare HepG2, contrariamente alle altre linee cellulari, per cui non c'è differenza statisticamente significativa.

Conclusione

Il TPF sembrava proteggere le cellule dallo stress ossidativo grazie alla forte attività antiossidante dei suoi polifenoli. Ciò potrebbe avere implicazioni interessanti nello sviluppo di nuovi prodotti a base di questo olio d'oliva per fornire protezione e trattamento contro gli effetti dannosi dei radicali liberi.

 

Fonte dell'articolo

Di Paraskevi Kouka, Georgia-Anna Chatzieffraimidi, Grigorios Raftis, Dimitrios Stagos, Apostolis Angelis, Panagiotis Stathopoulos, Nikos Xynos, Alexios-Leandros Skaltsounis, Aristides M. Tsatsakis, Demetrios Kouretas

Articolo

Clicca sull'icona per saperne di più

Articolo collegato

Rilevanza biologica dei metaboliti dei polifenoli dell'olio extra vergine di oliva
Più di 30 composti fenolici sono stati identificati in EVOO, ma non tutti sono presenti in ogni olio. La grande varietà di polifenoli presenti in. . .
scopri di più
La Dieta Mediterranea nella Prevenzione delle Malattie Neurodegenerative
La maggior parte, ma non tutti, gli studi epidemiologici riportano un'associazione protettiva tra aderenza alla MD, deterioramento cognitivo e salute del cervello. Dati da. . .
scopri di più
L'oleocantale inibisce i mediatori catabolici e infiammatori nell'uomo attivato da LPS . . .
L'oleocantale, un composto fenolico presente nell'olio extra vergine di oliva, ha attirato l'attenzione sin dalla sua scoperta per le sue rilevanti caratteristiche farmacologiche. . .
scopri di più
L'oleocantale è tossico per molte cellule cancerose e provoca una rapida ed estrema perdita di . . .
L'esposizione transitoria delle cellule tumorali all'oleocantale per un'ora ha comportato la perdita di vitalità cellulare dopo 24 ore.
scopri di più
I lipofenoli dell'olio d'oliva inducono la secrezione di insulina nei modelli -cellule 832/13
Il controllo glicemico è un pilastro della gestione clinica del diabete mellito di tipo 2 (T2DM). Nonostante il continuo miglioramento delle conoscenze e dei progressi in. . .
scopri di più
Effetti dell'idrossitirosolo sulle lesioni aterosclerotiche nei topi con carenza di apoE
La dieta mediterranea è associata ad un ridotto rischio di mortalità cardiovascolare nonostante l'elevato apporto di grassi, principalmente derivati dall'olio di oliva.. . .
scopri di più

Condividi

AVVERTENZE IMPORTANTI

  • Le informazioni presentate in questo post non devono sostituire consigli, diagnosi o trattamenti medici o dietetici professionali.
  • Consultare sempre il proprio dietologo o medico registrato prima di apportare modifiche significative alla dieta o all'esercizio fisico.
  • Non ignorare la consulenza medica professionale a causa delle informazioni presentate qui.
  • I prodotti Active-Italia sono destinati esclusivamente all'uso in laboratorio e non sono destinati all'uso da parte dei consumatori.

Migliora la tua conoscenza sugli sviluppi della ricerca biomedica

C'è un oceano di pubblicazioni nella ricerca biomedica. Vogliamo aiutarti a navigare attraverso di essi, fornendoti informazioni pertinenti adatte alle tue esigenze e interessi professionali.